Immagine

La Moda è colore!

Il colore è un potere che influenza direttamente l’anima. (Wassily Kandinsky). Una verità assordante in ogni campo come anche nel campo della Moda. La Moda è colore, è consapevolezza. Di qualsiasi colore si veste la Moda esprime uno stato d’animo diverso, mostra il messaggio dello stilista e l’espressione di chi la indossa. La Moda è una palette di tonalità che variano a seconda delle stagioni e del periodo. I colori hanno un’influenza fondamentale nei look, lo stato d’animo cambia a seconda di come un outfit si tinge. Lo spettro cromatico oltre a dare un effetto all’umore dà anche una simbologia alla Moda. Con quel determinato colore si vuole inviare un’informazione, mostrare un’emozione o solo dare luce. Perchè portiamo un colore rispetto ad un altro? Perchè ci piace un colore rispetto all’ altro, o ne abbiniamo uno e non un altro? E ancora perchè scegliamo colori in base anche al meteo o alle temperature? I colori dei capi di abbigliamento sembrano richiamare ciò che sentiamo e l’umore che abbiamo in quel momento, oltre al gusto personale. Ognuno di noi è attirato dal fascino di un colore o di una nuance, quasi come se ogni colore avesse un magnetismo inconsapevole su ciascuno di noi per diverse ragioni. Una di queste ragioni è come ci sentiamo dopo aver indossato un colore, Quale sensazione o emozione proviamo quando addosso portiamo una sfumatura. Non credo esista un colore che non si possa indossare ma esiste un colore che non indosseremo mai, perché non è nelle nostre corde o perchè non ci fa sentire a nostro agio. Quando apro il mio guardaroba vedo una prevalenza cromatica e questo mi porta a dire che tendo sempre a scegliere colori più o meno basici, ma ultimamente sto osando un pò di più e devo ammettere che il vestire un colore diverso dal solito fa la differenza. Azzardare nei colori da portare addosso è dare quasi una sferzata di personalità. I colori nella Moda si sono evoluti non solo nella scoperta di nuove sfumature ma anche nella luminosità e saturazione tanto da diventare capi vistosi e fluorescenti. Oggi il concetto di colore nella Moda è cambiato visto che non è solo il nero a conferire eleganza e raffinatezza ma anche colori come il rosso, il rosa o il verde, ma anche il blu o il bianco.

I colori padroni di questa stagione sono: il Beige-Nude che va a sostituire il nero nella quotidianità, il Giallo Canarino che preferisce posarsi su tessuti leggeri e fragili, il Marrone Toffee che con quel pizzico di color miele addolcisce capi più strutturati, il Rosso fiammeggiante che si indossa prima o dopo il tramonto, il Bianco Sporty usato per capi tecnici, il Turchese che fa pensare al cielo e fa svolazzare, il Living Coral che dona vivacità alla figura, il Verde Militare che ricorda i toni del sottobosco, il Rosa Pallido che alleggerisce i volumi e per ultimo l’Arancione Cadmio che sottolinea femminilità. E ora non dobbiamo fare altro che tingerci!!



Immagine

Lo stile del Carnevale!

Lo stile del Carnevale ha origini al tempo degli Antichi Romani. Durante i festeggiamenti dei Saturnali era previsto l’utilizzo delle maschere, le quali maschere impedivano il riconoscimento delle persone e questo dava la possibilità di lasciarsi andare a qualsiasi genere di sfrenatezza. Questa tradizione sopravvisse anche nel Medioevo, quando i riti propiziatori prevedevano il rogo di un fantoccio di cartapesta.

Il Carnevale firma con i suoi costumi e le sue maschere uno stile goliardico e folcloristico. Le maschere italiane rappresentano vizi e virtù del popolo, ma anche della classe borghese e nobile. Il Carnevale per eccellenza che incarna l’essenza del gioco e del piacere è sempre stato quello di Venezia. In una città così unica e particolare questa ricorrenza non poteva altro che portare ad immergersi in una continua rappresentazione di teatrale allegria e giocosità. Un mondo fatto di balli, scherzi, galà esclusivi e romantici incontri. Il suo stile diventa l’impronta del Carnevale elegante e di classe. Il Carnevale è un fifty-fifty, se da una parte si veste dei giganti carri di cartapesta, dall’altra si decora di maschere e figuranti con costumi che fanno a gara. A Carnevale ogni vestito vale? Si, io direi anche che ogni oggetto, ogni capo, ogni accessorio può diventare una maschera se il tutto viene indossato con spirito divertente e malizioso. Lo stile Carnevalesco lo si porta con personalità anche se si sceglie di vestire un costume già fatto e confezionato. La creatività dona quel tocco in più alla maschera, è la nota di sè che ogni personalità fa sentire. Due sono i fini del mascherarsi, nascondere una parte del proprio io e mettere in evidenza un’altra parte di noi stessi, che di solito si cela ma che in quel momento si esterna dando vita a fantasie inespresse. I piu timidi scelgono di travestirsi di super eroi, i bambini e alcuni adulti si vestono di quei personaggi preferiti che popolano le loro fantasie, altri sentono il bisogno di mascherarsi con costumi che accentuano una caratteristica del proprio carattere. Ma qualunque sia la maschera, l’obiettivo principale resta quello di abbandonarsi al piacere del momento allontanandosi dal carattere abituale di ogni giorno, o quello di fuggire da regole che ci si impone di seguire rendendoci disinibiti.

Immagine

Un mese tutto magico!

Tutto il mese si colora, dalle luci alle decorazioni, dai vestiti agli accessori, dal trucco alla creatività. Un mese dallo stile incantato, in cui tutto ha il sapore del miele e il profumo della festa. Ogni anno escono nuove tendenze, ci sono nuovi addobbi e decorazioni, si abbellisce la casa e si allestiscono le città, e su di sè si provano e si indossano look di colori sgargianti e luminosi senza mai dimenticare il red natalizio. Quest’ anno i glitter e le paillettes sono i padroni di tutti i capi, e in quale mese migliore provare a far riflettere la nostra luce attraverso il look se non nel mese di dicembre? Un mese che appena entra ti regala quell’atmosfera ammaliante quasi entrassi in una dimensione fiabesca in cui tutto brilla. Dicembre è il mese per eccellenza in cui si sfoggia la magia, in cui si assapora la dolcezza, in cui si vive in un mondo fatato, tra nani e folletti, tra reale e surreale. Il mese dei giochi che ci riporta ad essere bimbi, dei regali che ci accarezzano l’anima, il mese della coccola. Dove la coccola diventa un vestito che acquistiamo con particolare cura per indossarlo in uno dei giorni di festa di questo mese speciale, o è il colore che usiamo per illuminarci in questo periodo. Feste aziendali, cene natalizie, party di natale e scambi di regali, queste occasioni e molte altre diventano frequenti in questo periodo e ci si abbellisce per mostrarsi in tema e in sintonia con il clima. Il pizzo e i ricami avvolgono delicatamente, i tessuti morbidi e setosi scivolano sulla figura, il velluto lambisce il corpo, i lustrini rendono dinamico e armonioso il tutto. Un solo abito, un solo look, un solo make-up ti trasporta in quel mondo stregato in cui tutto luccica e tu diventi protagonista. Rosso, oro, bianco e argento rimangono i must have dei colori, che si possono abbinare per un outfit elegante e confortevole allo stesso tempo. Ma ciò che rende Dicembre una favola, ciò che lo rende suggestivo è la melodia che viene regalata da ogni luce, ogni addobbo, ogni colore, ogni look. Un mood che vivi e senti dentro come quando sali su una giostra e ti fai trasportare dalla magia. Più giri e più ti senti in una fiaba. 
“I cieli grigi e le luci di dicembre sono la mia idea di gioia segreta.”
(Adam Gopnik)