Immagine

Anche in estate la città deve vestirsi di gusto!

Se si dice che l’abito non fa il monaco io dico che il luogo invita a vestirsi in maniera adatta e consona, un pò come fanno le stagioni che fanno scoprire e fanno coprire. E proprio su questo aspetto mi voglio soffermare. Che sia inverno o estate quando si passeggia o si cammina in città il buon gusto non deve mai mancare. Non credo sia solo un fatto di temperatura ciò che porta ad indossare look non adeguati alla city durante i periodi estivi, ma credo sia un vedere questa stagione come un ‘tutto è lecito’. Se in pieno inverno si vedesse indossare un paio di infradito mentre si passeggia in città sicuramente si rimarrebbe interdetti e la stessa cosa può accadere in estate incontrando ‘look da spiaggia’. Nella stagione estiva andare in giro per la città, andare alla scoperta di angoli nascosti o solo andare a fare shopping, richiede cmq un’accortezza nello stile da sfoggiare, non si parla di agghindarsi ma solo di porre attenzione a cosa si indossa. Il caldo torrido non deve essere il motivo per cui si sceglie di mettere qualsiasi capo pur di stare freschi e di sudare il meno possibile, anche in questo periodo il galateo e un minimo di contegno devono essere sempre elementi da considerare fondamentali. Basta poco per perdere credibilità quindi perchè rischiare? Copricostume e caftani non fanno parte dei capi da città, anche il nome stesso riporta a località di mare, quindi si possono sostituire con abiti di lino o completi in cotone prediligendo come colore tonalità chiare. Micro shorts o gonne inguinali risultano abiti succinti quindi non adatti alla vita da città, come anche top a fascia o maglie con le spalle completamente nude, alternativa a questi capi possono essere pinocchietto o bermuda sotto il ginocchio, gonne lunghe o ad un altezza media e magliette leggere o bluse. E ancora la canottiera a costine, tipo alla Marlon Brando in un noto film “Un tram”, non si addice alla città magari basta solo metterci sopra un blazer di lino e tutto diventa più elegante. Altro capo da considerare poco pertinente alla città è il bikini indossato al posto della lingerie, non si porta nei mesi invernali perchè farlo nei mesi estivi? Semplici accorgimenti che ripagano in stile ed eleganza. Non sono dogmi da seguire, non sono comandamenti da osservare ma sono banali linee guida da prendere per non scivolare in volgarità e cattivo gusto.

Immagine

Moda e Spiaggia: amiche o nemiche?

Moda e Spiaggia? Se penso a queste due parole, che sono anche due realtà, mi viene da dire che la spiaggia diventa una passerella, un tappeto rosso, si sfoggia l’ultimo costume di tendenza, si indossa la borsa vista nell’ultima sfilata, si esibisce un make up con le nuance della stagione, ci si abbellisce con accessori all’ultimo grido. In altre parole la Moda e la Spiaggia si mescolano e diventano un unico palcoscenico. Salgono sul palco diversi stili, alcuni fanno la differenza altri sembrano una sorta di omologazione. Il look si sceglie anche in base al posto in cui si va. Ci sono luoghi “da isola deserta” dove ti godi il mare e la sabbia, dove tutto intorno è allo stato quasi selvaggio e dove ovviamente non ci sono comfort e quindi si opta per uno stile più pratico e minimal. In questi posti sei a contatto con l’essenza della natura e si ha un rapporto quasi fraterno con la spiaggia e il mare, ciò si rispecchia molto anche in quello che si indossa, in cui predominano i colori della natura, dal blu al verde, dal sabbia al color della terra. Poi troviamo Spiagge dove la Moda fa da padrone, diventa l’attrice principale, la protagonista della battigia. I luoghi da jet set in cui è d’obbligo in alcuni casi anche un dress-code. Si diventa quasi decoro del posto dove si va, come se noi stessi facessimo parte dell’allestimento del luogo. Vari lidi diventano precursori di Moda, vetrine dove farsi ammirare e da cui prendere spunto. La Moda e la Spiaggia si parlano in maniera intima, quasi ad essere due amiche complici. In modo interscambiabile l’una chiacchiera e alle volte grida, l’altra ascolta e alle volte tace. In alcuni siti una può prendere il sopravvento sull’altra, ma il più delle volte la bellezza della natura neutralizza il sorpasso. L’ equilibrio dove sta? Beh, credo che stia nel giusto bilanciamento. Mostriamoci al meglio in spiaggia, viviamo e godiamo di essa, ma senza affanno, senza andare alla ricerca di superare chi vediamo accanto a noi, cerchiamo di essere noi stessi anche se il costume che indossiamo, la borsa che portiamo e i sandali che calziamo non sono di tendenza. “La moda è quella che viene suggerita e che spesso è meglio evitare, lo stile invece quello che ciascuno ha e deve conservare nell’arco della sua vita” (Giorgio Armani)

Immagine

Look da spiaggia

Una volta scelto il costume non ci si può dimenticare del resto del look da spiaggia. La spiaggia diventa il nuovo tapis rouge sul quale esibire il proprio stile anche con piccoli dettagli, con accurati accorgimenti da sembrare naturale e chic. Il costume lo si deve accostare ad una serie di accessori che lo allontanino dal pensiero che serve solo per fare il bagno, dalla borsa al copricostume, dai bracciali ai sandali, dalle fasce per capelli ai cappelli, dalle cinture alle collane, tutto deve essere coordinato affinché si possa stare in spiaggia senza insabbiare il proprio stile.

Un must di questa stagione sono i parei, che si possono allacciare in diversi modi e che rendono sempre eleganti e raffinati con i loro colori e fantasie slanciando la figura, e poi ci sono i caftani che possono essere mini o lunghi, e se sono mini si possono trasformare in blusa abbinandoli a shorts, gonna e bermuda. Delle varianti possono essere dei camicioni lasciati aperti o chiusi, fermati in vita con una cintura, oppure dei vestiti leggeri, comodi, trasparenti o scollati, lunghi o corti, a tinta unita o con stampe, ricamati o disegnati, in tutte queste forme danno al corpo la sensazione di libertà e leggiadria, non perdendo in finezza e dando un tocco di sciccheria. Altro capo che risulta un’ accoppiata vincente con il bikini sono i pantaloni, a fiori o unico colore, rigorosamente ampi da far sembrare le gambe come se danzassero, un tutt’ uno con il costume da creare un tre pezzi da esibire anche durante un happy hour.

Gli accessori diventano la cornice di questo quadro, completando l’abbigliamento e mettendo in risalto, impreziosendo, lo stile da spiaggia. Se si pensa che l’ immagine da spiaggia ti porta ad esprimerti con pochi capi allora diventi tu la protagonista del tappeto di sabbia e qualsiasi outfit diventa moda. Con semplicità e ricercatezza, in maniera casual e di classe lo stile da mare porterà con se uno scenario dai motivi idilliaci.